Quale kettlebell comprare? Guida all’acquisto

Scegliere bene la Kettlebell significa migliorare l’aspetto fisico ed evitare infortuni. Questo strumento è realizzato per permettere il massimo della performance anche a casa ed un allenamento completo. Detto anche Ghirya, è un attrezzo fitness utilizzato ormai largamente anche in Italia nelle palestre e fuori.

 

Kettlebell: cos’è e come funziona

La Kettlebell (oppure il kettlebell) è un attrezzo per il fitness il cui nome rimanda esattamente alla sua forma: un attrezzo che assume le linee di una campana appiattita nella parte centrale del suo corpo ed una maniglia al di sopra per l’impugnatura e permettere di sollevare lo strumento. Ogni Kettlebell ha un peso differente in base al modello. In genere possiamo scegliere il peso più congeniale a noi, che dipende dalla struttura fisica e dal grado di allenamento. Questo valore è espresso in kili oggi giorno in Italia, ma una volta ad onore delle sue origine, la Kettlebell veniva misurata in PUD. Ogni pud corrispondeva a 16 Kg circa. Le origini del Kettlebell risalgono all’antica Grecia quando prima delle Olimpiadi, i partecipanti alla gara venivano fatti allenare con questa sorta di giare piene di sabbia o di acqua.

Ora che abbiamo un po’ di nozioni riguardo le origini delle Kettlebell, dovremmo passare a conoscere le kettlebell moderne per poter fare una scelta consapevole e poter utilizzare lo strumento più adatto a noi e alle nostre esigenze personali ma anche e soprattutto per evitare di farci male usando l’attrezzo meno adatta per conformazione e struttura.

In linea generale vige la regola per cui se siamo grandi e robusti abbiamo bisogno di una Kettlebell che abbia un’impugnatura spessa e lunga, mentre se siamo più mingherlini e magari donne con un allenamento poco sviluppato, dovremmo prediligere le Kettlebell più compatte e meno ingombranti, ma soprattutto che abbiano la presa adatta alla nostra mano piccola. Un’impugnatura troppo spessa come nel caso delle Kettlebell grandi in realtà può farci più male che bene se non abbiamo la presa ben salda, rischiando di infiammare i tendini del braccio con uno sforzo oltre il limite consentito.

Tipologia di Kettlebell

Le Kettlebell non sono tutte uguali ma si dividono in diverse categorie. In questo articolo ci soffermeremo su quelle tipologie che vengono maggiormente acquistate perché più commerciali: ci sono le Kettlebell in ghisa, in vinile e quelle da competizione oltre alle  Kettlbell componibili che sono meno utilizzate e anche meno conosciute. Vediamo come e secondo quali requisiti è bene scegliere un modello piuttosto che un altro e qual è il miglior Kettlebell per il proprio allenamento.

Come scegliere la tipologia di kettlebell?

Se questa è la vostra prima volta con le kettlebell e vi state avvicinando al mondo dei pesi per la prima volta, sappiate che il suggerimento principale è andare piano e scegliere un peso esiguo. Il miglior Kettlebell da utilizzare per un approccio iniziale è sicuramente la ghisa poiché questo materiale, o meglio le Kettlebell in ghisa consentono di fare i lavori con due mani e quindi impugnare a due mani per poter fare ad esempio lo swing.  Stessa regola vale per coloro che sono fuori allenamento da tempo e devono riprendere confidenza con gli attrezzi.

Diverso è il discorso se siete persone allenate e se volete integrare semplicemente al vostro work out di routine, un qualcosa che vi possa migliorare e fare allenare anche a casa o quando non avete tempo di andare in palestra e desiderate fare un piccolo “richiamo muscolare“. In questo caso sarebbe bene optare per una kettlebell più pesante: le donne in questo caso possono spaziare dai 10 ai 16 Kg circa e sempre comunque secondo il proprio livello di allenamento; gli uomini invece possono andare oltre i 16 Kg e arrivare anche a 24 Kg di peso di kettlebell se è ben allenato.

Le Kettlebell da competizione sono per esempio quelle che si sposano perfettamente con le esigenze di una persona già di per sé molto allenata. Quindi se avete già una certa predisposizione e confidenza con i manubri, potreste anche optare per questa tipologia.

  • Kettlebell in vinile

Le kettlebell in vinile hanno una struttura molto simile a quelli realizzati in ghisa: l’impugnatura è realizzata in maniera più larga rispetto a quelli da competizione e hanno il rivestimento di sotto in vinile. Si possono scegliere indifferentemente sia le kettlebell in ghisa che quelle in vinile per chi ha un grado di allenamento medio; mentre le altre le lasciamo a chi va oltre.

I Kettlebell da non scegliere

E’ molto importante nel discorso di suggerire quale modello acquistare, fare presente anche quali modelli evitare perché possono essere pericolosi oppure danneggiarvi a lungo andare. In generale una kettlebell non deve presentare spuntoni o bordi sporgenti. Il manico per l’impugnatura deve essere sempre adatto alla propria mano ed avere lo spazio idoneo fra la stessa e il corpo della campana per poter infilare agevolmente tutta la mano e anche l’altra. L’assenza di bordi sporgenti deve essere poi accompagnata da un a gommatura posta al di sotto della kettlebell per far si che appoggiando la stessa sul pavimento questo non si rovini ma soprattutto che se dovesse accidentalmente finire su un piede o una mano, il danno risulti limitato.

Benefici dell’utilizzo di Kettlebell

A questo punto è lecito chiedersi a cosa serve la Kettlebell e quali benefici apporta questo strumento nel nostro allenamento settimanale. Le Kettlebell rispetto ai pesi riescono a mettere in moto una serie di distretti muscolari che bilancieri e manubri non sollecitano proprio perché non richiedono equilibrio e stabilità. Mentre i tradizionali attrezzi da palestra sono realizzati in maniera tale da garantire già stabilità al corpo ( altrimenti non potremmo inserire un sovraccarico importante sul bilanciere per esempio) nelle Kettlebell il gioco è diverso: utilizzandolo si tende ad attivare quella zona del corpo che normalmente non utilizziamo o comunque utilizziamo pochissimo : i muscoli stabilizzatori.

In ogni caso questo attrezzo risulta fondamentale per chiunque voglia essere più resistente, più forte, avere un metabolismo basale più accelerato, tonificare i muscoli delle gambe e delle braccia oppure migliorare l’apparato cardio vascolare, la coordinazione e l’equilibrio.

Le fibre muscolari coinvolte maggiormente nell’allenamento con le kettlebell sono le fibre glicolitiche che non sono né quelle bianche né quelle rosse. Soltanto quando si utilizzeranno le Kettlebell con il carico allora si attiveranno anche le fibre bianche deputate all’allenamento della forza e della velocità.

Peso e scelta in base al grado di allenamento e all’età

4-10 Kg – Leggero-  Donne

10-12 Kg Livello Intermedio- Donne

16-20 Kg Livello Avanzato – Donne

16.24 Kg Livello Leggero – Uomini

44 -32 Kg Livello Intermedio – Uomini

44- 48 Kg Livello avanzato -Uomini

Marche migliori delle kettlebell

Le kettlebell si possono trovare sia online che nei negozi fisici sportivi. Fra i marchi di migliore qualità ce ne sono tantissimi che possiamo trovare su Amazon con il marchio RDX, HOMCOM, CORE sport, KWell .


Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Apri Menu
sceltatermoconvettori.it