I migliori kettlebell per principianti: classifiche e opinioni

Kettlebell, credo che siano molte le persone che hanno bisogno di una giuda completa all’allenamento con questo prezioso attrezzo. I Kettlebell sono uno strumento molto potente e possono essere estremamente efficaci, ma anche assolutamente inutili se mal utilizzati.

Le Kettlebell sono strumentazioni per l’allenamento fisico molto valide, ma devono essere utilizzate bene per poter sortire i giusti risultati. Se ben utilizzati, i Kettlebell possono essere veramente efficienti ed offrire un livello di allenamento avanzatissimo. Naturalmente se mal utilizzati possono dare origini non solo a problemi e dolori ma anche essere inutili nella strutturazione del proprio corpo e nella tonificazione muscolare.

La particolarità del Kettlbell sta nel fatto che attiva i muscoli basilari su cui poggiano gli altri più grandi e che normalmente attiviamo. Si tratta quindi dei muscoli stabilizzatori, che entrano in gioco nella coordinazione e nell’equilibrio del corpo oltre che nella forza poiché molto spesso le persone e gli atleti più in generale, si muovono inconsapevolmente su muscoli poco forti e stabili proprio perché non allenati.

Vediamo dunque come poter iniziare con i kettlebell per la prima volta e non farsi male. Iniziamo quindi come principianti che non vogliono andare in palestra vuoi per mancanza di tempo, di voglia o perché semplicemente preferiscono restare a casa ed allenarsi fra le mura domestiche, il Kettlbell quale deve essere ? Prima di tutto il Kettlebell è un attrezzo molto valido per iniziare e per allenarsi a casa con un carico, seppur minimo. Le Kettlebell permettono di fare una serie variabile di esercizi che coinvolgono sia la parte alta del corpo che la parte inferiore. Il prezzo fra l’altro è economico e l’attrezzo versatile, di sicuro non ci si può annoiare.  Dovrai scegliere fra diversi marchi, diverse dimensioni e diverse strutture, ma comunque occorre tenere presente che per iniziare è sempre meglio la Ghisa o il Vinile, evitando le Kettlebell da competizione che sono destinati per lo più a chi ha un buon livello di allenamento.

 

Benefici del kettlebell

Il Kettlebell offre diversi benefici, come abbiamo già accennato. Sono uno strumento molto valido per il fitness perché attivano la stabilizzazione del corpo e migliorano di tantissimo l’apparato cardio vascolare. L’attività con il kettlebell si esplica tirando , spingendo e oscillando in maniera dinamica l’attrezzo. Nel fare questi movimenti la richiesta che facciamo sul corpo è molto forte e richiama alcuni importantissimi muscoli che sono alla base  dei nostri movimenti più semplici. Al di la del peso del Kettlbell, è l’oscillamento tipico dell’attrezzo che fa aumentare lo sforzo alla base della stabilizzazione dei muscoli. Lo stesso movimento oscillatorio aumenta la resistenza cardio vascolare proprio perché il cuore chiede più sangue e quindi più ossigeno. In questo modo questi vengono sollecitati in maniera intensissima per mantenere le articolazioni allineate fra loro.

Uno dei benefici più grandi dell’utilizzo delle Kettlebell sta proprio nella richiesta di un piccolo spazio perché a parte il movimento oscillatorio, i movimenti con le gambe non sono previsti o almeno le oscillazioni tanto meno lo spostamento da una singola postazione dalla quale si inizia. Nonostante ciò comunque il Kettlebell permette di allenare tutto il corpo per intero e fa si che sia attivata in sinergia tutta la forza di tutti i distretti muscolari. Gli stessi legamenti e le articolazioni vengono potenziati e fatti allenare nella resistenza perché il corpo è come costretto a restare in linea e per farlo attiva i muscoli stabilizzatori.

Se non conoscete i Kettlebell probabilmente non sapete nemmeno che questi attrezzi oggi in ghisa, acciaio e vinile per lo più, sono gli stessi che venivano utilizzati centinaia e centinaia di anni fa durante le olimpiadi. Nel tempo sono sempre state utilizzate nelle sfide di resistenza, sollevamento e capacità di lancio. Naturalmente il Kettlebell non sempre ha avuto la forma che ha adesso. La sua struttura era a forma di giara e più tonda quindi. Poi in seguito venne utilizzato anche dai soldati sovietici per poter allenarsi in maniera semplice e regolare fino ad oggi che sono diventati attrezzi popolari ed ormai presenti in tutte le sale ginniche oltre che nelle case di chi ama avere qualche attrezzo fra le mura di casa.

Come iniziare : peso e tipologia di Kettlebell

Per prima cosa occorre scegliere il peso ideale che è vero deve essere minimo e non bisogna eccedere per una questione di sicurezza, ma bisogna comunque tenere presente che con il Kettlebell è meglio iniziare con un peso poco più pesante di quello che pensiamo possa essere adatto a noi e anche se siamo donne. Non è consigliabile, anche se esistono, iniziare con pesi da 2 Kg ma sempre meglio optare dai 6 agli 8 Kg per approcciare e poi vedere di aumentare da subito. Se siamo allenati in sala pesi e già da diverso tempo abbiamo contatto con i carichi possiamo provare con i 10 e i 12 Kg anche le donne possono farlo e poi vedere cosa succede: testare sul proprio corpo gli effetti.

Altro aspetto importante è quello di non sottovalutare le maniglie: meglio non lesinare sulla scelta del Kettlebell e cercare il prodotto migliore per noi piuttosto che tentare il risparmio e poi trovarsi con impugnature poco idonee che ci fanno venire tendiniti dolorosissime. La maniglia migliore, soprattutto per i principianti è una maniglia liscia ed omogenea, che permette alle mani di entrare agevolmente all’interno. Pur indossando i guanti si può impugnare bene la Kettlebell ma si consideri comunque che una buona impugnatura non richiede poi chissà quale genere di guanto protettivo.

Partire con il Kettlebell in sala pesi o a casa

Prima di tutto sappiate di non poter cominciare con esercizi di livello avanzato. Il rischio di farsi male e di chiedere uno sforzo troppo grande al corpo è molto alto. Iniziamo dalle basi e poi costruiamo il corpo che desideriamo e miglioriamo le nostre prestazioni in base a queste solide basi. Il Kettlebell agisce coinvolgendo i muscoli stabilizzatori anziché soltanto quelli di movimento primario. Proprio per questo si tratta di un attrezzo unico che migliora la performance generale anche degli esercizi eseguiti con il bilanciere o con i manubri. Le Kettlebell stabilizzando e fortificando le articolazioni dei muscoli di base fanno si che si crei la base per far lavorare al meglio i muscoli di movimento primario.

Per partire bene dovremmo lavorare prima di tutto sui muscoli di stabilizzazione e poi passare agli altri ogni volta che ci si allena.


Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Apri Menu
sceltatermoconvettori.it